Come promuovere al meglio un sito web nei primi posti nei principali motori di ricerca

Esiste la possibilità di posizionare un sito web ai primi posti in Google per le parole o frasi chiave strategiche e quindi affermare il proprio marchio e i propri servizi sul mercato?
 Sì, è possibile, o almeno lo è nella maggior parte dei casi, se escludiamo parole chiave “impossibili, improbabili o non corrispondenti ad una sensata ricerca dei contenuti presenti nel sito”, nel senso che danno in risposta decine di milioni di risultati, tali da rendere impossibile la scalata nei rankings, anche se con il tempo e la pazienza ottimi risultati possono essere raggiungibili, come ad esempio in alcune difficili casistiche risolte per alcuni nostri clienti.
 Il primo passo da compiere, il più importante, è la scelta delle appropriate parole chiave per le quali effettuare il lavoro di indicizzazione e quindi osservare e studiare la concorrenza con la quale bisognerà confrontarsi. 
Non ha senso, infatti aver posizionato un sito web anche al primo posto in Google come in altri motori per parole o frasi chiave che vengono utilizzate poco o raramente.

Quando realizziamo un nuovo sito, non dobbiamo focalizzare l’attenzione sulla parola chiave maggiormente utilizzata in assoluto, se questa fornisce come risultati di ricerca diverse centinaia di migliaia o milioni di risultati, ne esisteranno sicuramente altre, che hanno minore competitività, ma che associate con altre possono portare inizialmente un traffico soddisfacente. L’imprinting ai motori di ricerca infatti dovrà essere basato sulla presentazione di parole chiave “plausibili”.
Se, ad esempio, dobbiamo posizionare un sito per un agriturismo in Toscana, potremo verificare come la parola senz’altro più utilizzata e che porterebbe più traffico è  “agriturismo” che in Google fornisce 41.400.000 siti risultanti da tale ricerca. Scorrendo la lista verificheremo che ci sono altrettante parole chiave più mirate da prendere in considerazione come ad esempio, agriturismo in Toscana, agriturismo vicino Firenze, agriturismo con maneggio, agriturismo ed escursioni, andando poi a incrociare queste nel Tool on line di Google potremmo scoprirne ulteriori da prendere in considerazione.
Queste parole chiave danno senz’altro un numero di siti risultanti dalle relative ricerche minore ma nello stesso tempo, posizionando il sito ai primi posti in Google per questo gruppo di frasi chiave, il traffico utile che ne deriverebbe, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo risulterebbe interessante.
Una volta raggiunti risultati incoraggianti si può quindi poi puntare al posizionamento di parole chiave maggiormente competitive, come nel caso precedente potrebbe essere la parola chiave “agriturismo”.
Prima dell’impostazione da fare per l’indicizzazione di un sito dobbiamo effettuare la scelta delle parole chiave , le andremo ad analizzare e confrontare nei siti concorrenti che sono posizionati ai primi posti in Google con quelle che abbiamo selezionato con alcuni utili strumenti gratuiti disponibili on line, e a tale scopo prendiamo ad esempio la parola chiave “agriturismo in Toscana”.

[btn link=”mailto:[email protected]” color=”orange” target=”_blank”]Richiedi maggiori informazioni[/btn]